Trenta pagine per scoprire l’essenza della corsa in natura sul nuovo numero di Runner’s World, da poco disponibile in edicola!

Secondo il sondaggio che pubblichiamo a pagina 92, oltre il 50 per cento dei runner italiani sarebbe pronto a tornare alle gare, nonostante il coronavirus. È il classico bicchiere mezzo pieno, perché dall’altra parte c’è una gran parte del movimento che si tiene ben lontano dalle gare, chi per paura del Covid, chi perché in questi mesi di incertezza non si è allenato come doveva.
Questa emergenza ci consegna una stagione autunnale che per il momento è orfana di tutti gli appuntamenti più tradizionali e partecipati. Soprattutto consegna agli organizzatori uno scenario incerto e non privo di difficoltà per approntare anche degli eventi più piccoli. Qua e là abbiamo assistito alla ripresa di gare coraggiose, le più importanti sono state la Monza 21 Half Marathon e la Salomon Running Milano, che con grandi numeri hanno fatto da apripista, cercando di modellare procedure e standard organizzativi alle nuove esigenze. Dietro di loro, in modo quasi discreto, sono decine gli organizzatori di piccoli eventi, soprattutto nel trail running, che stanno lavorando come leoni per far si che quel desiderio di molti di indossare il pettorale sia soddisfatto. Persone che hanno messo in conto tanta fatica in più, difficoltà organizzative ed economiche, ma soprattutto le critiche. Perché una delle costanti di questa emergenza sono proprio le critiche. Qualsiasi cosa si decida, si faccia o si pensi, c’è sempre qualcuno pronto a contestare e a offendere. Molti meno quelli capaci di instaurare un dibattito costruttivo. […]L’editoriale

Sommario

Informazioni

Il numero di ottobre di Runner’s World è disponibile in tutte le edicole al prezzo di € 5,50.

Tagged in: