Per tutti gli appassionati, il nuovissimo numero di ottobre di Plain Air è arrivato nelle edicole italiane.

IL PRIMO EDITORIALE ha quasi sempre la parvenza di un giuramento, strapieno di buone intenzioni e propositi. D’altronde è improbabile che un nuovo direttore affermi di avere una spiccata attitudine nel voler deformare la verità.

Per questo motivo è meglio lasciare da parte toni ufficiali e patine di circostanza, e dire esattamente le cose come stanno.
DOPO TANTI ANNI passati a scrivere inchieste e rubriche – che continueranno a far parte della mia vita anche con PleinAir – e a dirigere testate del settore la domanda che mi sono posto è stata: perché ripensare un mensile che ha quarantanove anni di storia alle spalle e che mi lascia la pesante eredità dell’impronta di chi lo ha fondato? Perché cambiarlo? Perché il passato non scorre e per capire il domani è necessario stare al passo con il tempo che viviamo, osservarlo, viverlo, valutarlo. Ma anche perché una buona rivista si migliora, in particolare con nuove idee e progetti inediti.
QUESTO PRIMO MESE per me è stato soprattutto un periodo d’ascolto, di riflessione, d’indagine, anche attraverso il questionario che i visitatori del Salone del Camper hanno compilato per PleinAir, offrendo consigli e muovendo critiche di cui farò tesoro. […]L’editoriale

Sommario

Informazioni

Potrete acquistare in edicola il nuovo numero di Plain Air al prezzo di € 4,50.

Tagged in: