Il Cammino di Santiago (camino de Santiago in spagnolo) è il pellegrinaggio che ha come meta la cattedrale di Santiago de Compostela in Galizia lungo una rete di sentieri e percorsi che attraversano tutta l’Europa.

Ufficialmente il pellegrinaggio è considerato tale se svolto a piedi, in bici o a cavallo e la Compostela si ottiene dopo aver camminato almeno gli ultimi 100 Km e si richiede all’Ufficio del Pellegrino di Santiago.

Si tratta di una vera e propria esperienza di vita che ti permette di staccare dalla vita quotidiana e immergerti nella parte più profonda di te stesso permettendoti di condividere momenti intensi lungo il cammino con molte altre persone.

Ogni anno oltre 300 mila persone raggiungono Santiago de Compostela e per questo motivo anche se partirai da sola/o non ti sentirai mai sola/o.

I percorsi che conducono a Santiago sono diversi e sono segnalati da frecce gialle che cominciano ad essere presenti dalla Spagna e dal Portogallo, anche se negli ultimi anni si sono sviluppate segnaletiche anche in Francia e in Germania. Addirittura è possibile orientarsi e raggiungere Santiago partendo dall’Italia attraverso una rete di sentieri europei e in questa guida cercherò di fornire più informazioni possibili.

Quanto è lungo il cammino di Santiago?
Il percorso più famoso e frequentato è il cammino francese da Saint Jean Pied de Port della lunghezza di circa 800 Km che coincide con il sentiero di lunga percorrenza GR-65 facente parte del sistema di sentieri europei E5.

Le origini del Cammino di Santiago
Il pellegrinaggio per la città galiziana Santiago ha origine medievale e viene svolto in origine per celebrare la tomba dell’Apostolo Giacomo il Maggiore (San Giacomo il Maggiore) che secondo la leggenda fu trovata sulle sponde della Galizia in Spagna.

Scopri di più su Meridiani Cammini, disponibile in tutte le edicole.